CATANIA – Su disposizione della Procura della Repubblica di Catania i carabinieri della Stazione di San Giovanni La Punta hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale etneo, in ordine al reato di furto aggravato in concorso, a carico di quattro catanesi in particolare due donne, per le quali è stata disposta la misura degli arresti domiciliari e due uomini, per i quali è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria (in basso da sinistra a destra):

  • Angela Anais Fallica, 25 anni;
  • Agatino Eros Fallica, 20 anni;
  • Biagio Andrea Giuffrida, 26 anni;
  • Maria Grazia Giuffrida, 22 anni.

I destinatari del provvedimento, che rispettivamente risultano essere fratello e sorella, si erano resi responsabili di due furti perpetrati gli scorsi 22 giugno e 6 luglio all’interno del medesimo esercizio commerciale all’interno del centro commerciale  “I Portali”,  gestito da un cittadino di origine cinese.

Il commerciante, in entrambi i casi, si era avveduto successivamente della ingente mancanza di merce dagli scaffali ciò nonostante egli stesso avesse poco prima riempito gli espositori, ragion per cui si era immediatamente rivolto ai carabinieri ben supponendo d’essere stato derubato.

La visione dei filmati del sistema di videosorveglianza del negozio ha consentito agli investigatori  d’individuare i 4 soggetti che nascondevano all’interno di borse la merce trafugata e che, quindi, guadagnavano velocemente l’uscita allontanandosi dal centro commerciale a bordo di una Fiat Punto di proprietà della stessa Angela Anais Fallica.

L’analisi del video, tra l’altro, stante la sincronia dei movimenti esplicitata dai malviventi, faceva ragionevolmente supporre che il gruppetto agisse in modalità seriale e, infatti, a un controllo più accurato emergeva che la Fallica e la Giuffrida vantano numerosi precedenti specifici.