Etna

CATANIA – L’Etna torna a dare spettacolo. E procurare disagi. Una nuova fase eruttiva, infatti, sta interessando i crateri sommitali del vulcano con boati e abbondante emissione di cenere lavica.

“L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo – si legge sulla pagina Facebook INGVvulcani – comunica che a partire dalle ore 04:30 circa, le telecamere del sistema di videosorveglianza mostrano emissione di cenere dal Cratere di Nord-Est. Il materiale fine viene disperso dai venti in direzione sud. L’ampiezza media del tremore vulcanico si mantiene su valori medi, senza mostrare variazioni significative”.

A tal proposito, la società di gestione dell’aeroporto di Catania (SAC) ha diffuso un comunicato sul proprio sito web, annunciando “che a causa dell’attività eruttiva dell’Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l’Unità di crisi ha disposto la chiusura di un settore dello spazio aereo“.

“Sarà consentito – prosegue la nota – l’arrivo di 4 aeromobili ogni ora, mentre le partenze non subiranno limitazioni, ma potranno essere comunque soggette a ritardi e disagi”.

Ogni eventuale aggiornamento sarà tempestivamente comunicato dalla SAC, mentre “i passeggeri sono pregati di verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree”.

Fonte foto: ANSA