RAGUSA – Arrestati due pluripregiudicati di Catania, M. S., di 36 anni, e D. A., di 54, responsabili di furto in abitazione nella zona sorda di Modica avvenuto alla fine dello scorso anno, nel corso del quale erano stati rubati numerosi oggetti in oro e orologi di pregio.

Le indagini consentivano di acquisire alcune immagini registrate dalle telecamere interne dell’abitazione, da cui emergeva che a compiere il furto erano stati due soggetti che accedevano all’interno dell’abitazione utilizzando le chiavi della porta d’ingresso.

La particolarità dell’azione era data proprio da quest’ultimo dettaglio.

Infatti, si accertava che gli stessi malviventi avevano già consumato un furto sull’autovettura della famiglia modicana che, nel dicembre 2018, si era recata a Catania per assistere a una cerimonia di laurea.

Dall’autovettura erano state prese anche le chiavi dell’appartamento, il cui indirizzo veniva facilmente ricavato dalla lettura di alcuni documenti custoditi nel cruscotto. L’identificazione dei due soggetti avveniva attraverso il confronto tra i fotogrammi estrapolati dalle telecamere e una serie di foto segnaletiche di soggetti di quella provincia con precedenti specifici.

A seguito di detta attività, veniva emessa ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari da parte del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ragusa, dott. Reale, su richiesta del Procuratore Capo, dott. D’Anna.

I due venivano tratti in arresto nella mattinata di sabato 9 novembre grazie anche alla collaborazione di personale della Squadra Mobile di Catania.

Loading...