PALERMO – Una nave partita da Las Palmas, in Spagna, e diretta a Tezla, in Turchia. Nel corso del tragitto, però, l’intervento della Guardia di Finanza in acque internazionali dopo l’approdo ad Augusta (Siracusa) e il conseguente sequestro.

A bordo dell’imbarcazione, infatti, circa 20 tonnellate di hashish contenute in 650 sacchi: valore complessivo 200 milioni di euro.

Sono 11 gli imputati, compreso il comandante, tutti montenegrini. Per loro è scattata la condanna complessiva di 81 anni di reclusione.

Immagine Ansa

Loading...