CATANIA – Nessun intervento che andrebbe a stravolgere l’attuale piano del traffico ma, piuttosto, piccoli ma determinanti accorgimenti e lavori per rendere più sicura la trafficata arteria di via Santa Sofia a Catania.

Come presidente del IV municipio di Catania- afferma Erio Buceti è mia intenzione convocare al più presto un tavolo tecnico con associazioni, tecnici ed esperti del comune per riuscire ad eliminare molti problemi in una strada al confine con “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” e che consente di raggiungere il Policlinico, il Pronto Soccorso, la Cittadella Universitaria, il dipartimento di Anatomia, il Cus e la facoltà di Agraria. Già in passato molti studenti e pendolari mi hanno segnalato disagi di ogni tipo. Qui ogni mattina, nelle ore di punta, confluiscono mezzi di ogni tipo che devono raggiungere il centro di Catania o l’ospedale. Questo determina manovre pericolose o parcheggi selvaggi che bloccano il flusso veicolare per troppo tempo. Con il sindaco Pogliese– prosegue Buceti- vogliamo attivarci immediatamente affinchè i rischi ed i pericoli vengano eliminati in tutta l’area con opere, manutenzioni straordinarie e programmazione che vadano al di là del traffico quotidiano. Qui serve soprattutto il potenziamento della segnaletica stradale, l’eliminazione delle buche, il rifacimento della corsia del Brt e di alcuni tratti del marciapiede”.

Diversa la situazione la sera ed a tarda notte quando, con le carreggiate di via Santa Sofia quasi completamente libere, sono molti gli automobilisti a non rispettare i limiti di velocità, le precedenze o i passaggi pedonali.

Situazioni estremamente pericolose che vanno scongiurare con il potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine.

Loading...