Trapani

TRAPANI – Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno tratto in arresto Daniele Campo, trapanese classe 91, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante un servizio coordinato, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Stazione di Erice e della Sezione Operativa di Trapani hanno notato un insolito viavai di persone (giovani per lo più), le quali, senza valigie né borsoni, entravano ed uscivano da un B&B della città con soste di pochi minuti.

Con il prezioso supporto dei colleghi del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia e del pastore tedesco Derby, dopo aver notato che le persone entravano e uscivano dalla medesima camera, hanno deciso di svolgere ulteriori controlli. Fatto accesso all’interno della camera ,dopo aver identificato l’arrestato, hanno eseguito delle perquisizioni che hanno permesso di rinvenire circa 16 grammi di cocaina all’interno di un comodino, di cui parte già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e la somma contante di 700 euro, presumibilmente provento dell’attività di spaccio.

Per tale motivo Campo è stato tratto in arresto e, al termine delle formalità di rito, posto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Nel corso del servizio straordinario, che si è svolto nell’arco dell’intera giornata, i Carabinieri hanno eseguito molteplici perquisizioni, sempre coadiuvati dal Nucleo Cinofili dell’Arma, durante le quali hanno rinvenuto ulteriori 100 grammi di cocaina pura in un unico pezzo, 6.60 grammi di crack suddivisi in 25 dosi, 37 grammi di hashish in 31 dosi, 12 grammi di cocaina in 38 dosi, un panetto di hashish del peso di 50 grammi e un bilancino di precisione abilmente occultati in un casco da moto all’interno di un sottoscala in disuso di un condominio sito nel quartiere San Giuliano di Erice. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato immediatamente posto sotto sequestro in attesa di essere distrutto.

Tale tipologia di controlli sarà ripetuta nei prossimi giorni al fine di contrastare in maniera sempre più efficace lo spaccio di sostanze stupefacenti.