CATANIA – Nella nottata di ieri, personale delle Volanti veniva inviato in una via ubicata nei pressi di Corso Indipendenza dove in strada si trovava una donna che aveva chiesto aiuto sulla linea di emergenza in quanto era stata aggredita dall’ex compagno.

La signora, visibilmente scossa e in lacrime, riferiva che l’uomo, con il quale era separata già tempo, occasionalmente dimorava presso l’abitazione sua e del loro figlio maggiorenne.

Nello specifico, in serata a seguito di una lite scaturita per questioni attinenti all’atteggiamento del figlio, l’uomo la strattonava e tentava di colpirla con un pugno, desistendo solo perché la vittima stava riprendendo tutto con il cellulare; a quel punto l’uomo le toglieva il telefono dalle mani e lo scaraventava a terra provocandone la rottura e la vittima riusciva a fuggire in strada ed allertare le forze dell’ordine che giungevano prontamente sul posto.

La signora veniva accompagnata in ospedale per le cure del caso e successivamente dimessa dopo alcune ore con una prognosi di sette giorni per le contusioni riportate; accompagnata in Questura per formalizzare la denuncia contro l’ex compagno; in sede di stesura dell’atto emergevano ulteriori violenze anche fisiche che la stessa aveva subito ad opera dell’uomo negli ultimi anni.

Pertanto, veniva attivata la procedura del cd. Codice Rosso e veniva notiziato il Pm di turno. L’uomo, un pregiudicato 53enne, il quale nel frattempo era stato rintracciato presso la sua abitazione e condotto in Questura, veniva denunciato per i reati di lesioni personali aggravate e maltrattamenti in famiglia.