CATANIA – Ormai ci siamo. Domani, venerdì 18 settembre alle 17.30 si terrà la cerimonia di riapertura del PalaArcidiacono, la struttura che pur continuando ad ospitare le sedi di allenamento di alcune discipline, era rimasta chiusa per quanto riguarda il basket e il volley dal settembre del 2019, rendendo impossibili (per questioni di sicurezza) allenamenti e partite.

Alla cerimonia prenderanno parte il presidente del Cus Catania Luigi Mazzone, il Magnifico Rettore dell’Università di Catania Francesco Priolo, il direttore generale dell’Università di Catania Giovanni La Via, il vicesindaco del Comune di Catania Roberto Bonaccorsi, l’assessore comunale allo Sport Sergio Parisi, oltre a varie figure dirigenziali dello sport universitario e cittadino.

INGRESSO A INVITI – Per garantire la sicurezza dei presenti ed evitare assembramenti, nel rispetto delle normative vigenti tese a limitare il diffondersi dell’epidemia da Covid-19, l’ingresso alla struttura è contingentato e, per l’occasione, è consentito solo tramite inviti. All’ingresso, personale dedicato e dotato degli opportuni DPI rileverà la temperatura corporea. All’interno sono previste tre postazioni per la verifica dell’invito, la sistemazione ai posti e il ritiro o compilazione dell’autodichiarazione anamnestica dei presenti. La sicurezza viene prima di tutto, nell’attesa e nella speranza di poter presto favorire la presenza meno contingentata del pubblico.

I LAVORI – Gli interventi più importanti, realizzati grazie all’Università di Catania, sono stati quelli di manutenzione straordinaria per il rifacimento del prospetto esterno e della facciata in vetri. È stato inoltre ristrutturato il parquet, adeguandolo alle normative federali. Ripristinato anche il comparto illuminazione, che è stato adeguato ai tempi e alle esigenze di risparmio energetico.

FESTA DELLO SPORT, LE ESIBIZIONI – Oltre alla cerimonia di rito, il pomeriggio di domani sarà l’occasione per una vera e propria festa dello sport. Previste infatti esibizioni di basket e pallavolo. Si partirà con una sfida inedita di pallacanestro: due squadre miste, composte ognuna da atlete e atleti universitari, da agonisti delle tre squadre del Cus (serie B femminile, serie C maschile e serie B di basket in carrozzina), si sfideranno in una partita della durata di 20 minuti. Poi spazio al volley con la rappresentativa universitaria che sfiderà la squadra cusina di serie C in un tie-break a 25 punti.