CATANIA – Come ogni fine settimana, anche questo appena trascorso è stato oggetto di un massiccio controllo del territorio da parte degli uomini dalle Polizia di Stato della Questura di Catania; impiegati gli specialisti della Squadra Amministrativa della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e anche diverse specialità della Polizia di Stato come personale del Gabinetto Regionale Polizia Scientifica e del Reparto Prevenzione Crimine  Sicilia Orientale.

Il predetto controllo è stato pianificato dal Questore Mario Della Cioppa che, con un’apposita ordinanza studiata ad hoc, ha disposto, con dei servizi strategici, il mirato controllo di parecchie vie della città che ospitano la movida.

Le costanti evoluzioni della normativa anti-Covid, hanno implicato una continua rimodulazione dei servizi che sono stati pianificati ad ogni cambiamento, per il controllo sul rispetto delle disposizioni e per infrenare l’abitudine agli assembramenti, di chi con poca attenzione non rispetta le regole che sono sia a propria tutela sia degli altri soprattutto per il mancato uso della mascherina di protezione individuale.

Venerdì e sabato sera sono stati pianificati servizi nelle zone di via del Rotolo, piazza Nettuno, piazza Europa, via Gemmellaro, rione San Berillo, via Santa Filomena, piazza Stesicoro, corso Sicilia, piazza Università, piazza Duomo, corso Italia, via Martino Cilestri, piazza Trento e via Plebiscito.

La Polizia di Stato ha conteggiato 15 esercizi commerciali controllati, 86 persone sottoposte ai controlli, 4 i parchi giochi attenzionati per contrastare il verificarsi di assembramenti e il mancato utilizzo della mascherina, sanzionate 3 persone per inosservanza della normativa Anticovid poiché non indossavano le mascherine e, inoltre, non l’avevano al seguito e 4 gli esercizi commerciali sanzionati per violazioni delle prescrizioni.

In particolare, nella serata di ieri è stato sanzionato iltitolare di un Pub di via Pacini, che aveva occupato abusivamente con sedie e tavoli circa 70 metri quadrati di suolo pubblico e, altresì, installato un sistema di videosorveglianza non autorizzato. Inoltre il medesimo esercente aveva allestito una cucina per la preparazione di alimenti pur non avendo le relative autorizzazioni. Pertanto sono state irrogate le sanzioni previste e  disposta la chiusura della cucina.

I servizi e le attività di controllo proseguiranno anche nella giornata odierna.