CATANIA – Parcheggiatori abusivi e violazioni al codice della strada non passano inosservati neanche in un periodo storico cosi delicato per la comunità sotto il profilo sanitario, in cui l’apparato esecutivo è impiegato in modo particolare per il controllo del rispetto della normativa anti-Covid.

Nell’ambito dell’intensificazione del controllo del territorio infatti si incastra l’incessante azione di contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi da parte del personale Polizia di Stato, che solo negli ultimi giorni ne ha sanzionati quattordici. Tra questi figurano, S.F., catanese classe 1973, che è risultato sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale del Questore emesso nell’agosto scorso, F.G., catanese classe 1972, anch’egli sottoposto alla medesima misura emanata a febbraio scorso e infine, T.V., catanese classe 1955, il quale oltre ad essere stato sanzionato in via amministrativa è stato denunciato in stato di libertà poiché recidivo.

La Questura mirando ad eliminare questo fenomeno dei taglieggiatori da strada, non darà loro tregua, prevendendo soprattutto per i recidivi,  l’inasprimento dei provvedimenti.

Risultati importanti arrivano anche dall’attività di contrasto alla violazione del Codice della Strada: da inizio settimana sono quasi mille i veicoli che sono passati sotto la lente dei poliziotti, i quali hanno elevato 63 sanzioni e sottoposto 9 ciclomotori a fermo amministrativo per mancanza di casco protettivo.