Grazie al pronto intervento degli agenti delle Volanti, nella serata di ieri la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino tunisino responsabile del reato di rapina. L’uomo, pur essendo residente a Bologna, al momento si trova a Catania senza fissa dimora.

Con una chiamata giunta sulla linea di emergenza 112, la giovane vittima ha richiesto l’intervento dei poliziotti, riferendo di essere stato appena rapinato del suo cellulare da due individui. Proseguendo nel racconto, il rapinato ha anche precisato lo strano modus operandi dei due malfattori i quali, fingendosi poliziotti, lo hanno fermato per un controllo e, dopo averlo immobilizzato, lo hanno perquisito, dichiarando di essere alla ricerca di eventuale sostanza stupefacente; poi gli hanno sottratto il telefono e si sono allontanati a piedi per le vie limitrofe.

Grazie alla descrizione dei rapinatori, gli equipaggi inviati dalla Sala operativa, dopo pochi minuti sono riusciti a individuare e bloccare uno degli improbabili poliziotti che è stato scovato dagli agenti (quelli veri!) all’interno del rione San Berillo dove aveva cercato scampo. L’uomo è stato condotto in Questura in stato di arresto e il cellulare poco prima asportato, che aveva ancora con sé, è stato riconsegnato alla vittima in sede di formalizzazione di denuncia.

Su disposizione del PM di turno, l’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio di convalida.