Nel corso di un posto di controllo lungo la strada statale “Maremonti”, i Carabinieri di Buscemi hanno fermato una Ford Fiesta.

Nella circostanza, la verifica dei documenti di circolazione del veicolo ha fatto emergere che lo stesso era gravato da un sequestro amministrativo e, pertanto, non poteva circolare.

Il conducente, inoltre, non avrebbe dovuto poter esibire il libretto di circolazione perché, a seguito del sequestro dell’autovettura, trattenuto dagli accertatori.

Il proprietario si è giustificato asserendo di avere acquistato il veicolo da poco tempo. Ne è scaturito un riscontro a ritroso sulla “vita” dello stesso, a seguito del quale, i Carabinieri di Buscemi hanno appurato che il vecchio proprietario, con la complicità di due persone, aveva denunciato falsamente lo smarrimento del libretto richiedendone il duplicato con il quale aveva potuto rivendere il veicolo attraverso un’agenzia di disbrigo pratiche.

I tre soggetti sono stati denunciati in concorso all’Autorità Giudiziaria per sottrazione di cose sottoposte a sequestro, violazione dei doveri di custodia e falsità ideologica, mentre nessun provvedimento è stato preso nei confronti dell’ignaro acquirente che potrà rivalersi nei confronti dei venditori.