Connect with us

CULTURA

Al via la rassegna teatrale “Palco Off”

Ancora un successo della 11°esima stagione teatrale di Palco Off.  La rassegna promossa dall’associazione culturale “La Memoria del Teatro”  ha già conquistato il pubblico catanese con le eccellenti performance di Eugenio Di Fraia, “Itinerdante” e di  Stefano Santomauro, Happy Days.

E sarà ora la volta del “one man show” di Alberto Viscardi, la commedia brillante intitolata “Seconda solo ad Elisabeth Taylor”, in scena sabato 16 dicembre alle 21 e domenica 17 alle 18, al Piccolo Teatro della Città di Catania.

In scena le vicende e traversie di un giovane di buona famiglia, esuberante e non sempre compreso dalla sua famiglia. Il racconto, colorato, divertente, a tratti brillantemente nevrotico, si fa esilarante analisi interiore del personaggio. Nella ricerca di se stesso, il nostro protagonista, altalena, spaziando nel tempo, gli episodi ed i rapporti che gli permetteranno di trovare la sua identità. Il suo posto nel mondo. Sempre con composta eleganza, rivestita di ironia, Alberto Viscardi sarà ora adolescente, ora ragazza, ora ragazzo, ed ancora sarà la sua amata, nonché idolatrata madre, la nonna, le sue zie, la principessa Sissi e l’arciduchessa Sofia. Figure che spesso gli verranno in soccorso nell’isolamento della sua stanza. Il nostro eroe è ogni donna che osserva, ma sono anche i suoi fratelli… Uno spettacolo divertentissimo e allo stesso tempo intimo sulle scelte di genere.

Il ciclo di proposte  teatrali della stagione “Palco Off” 2023-24 continuerà da Zò Centro Culture Contemporanee con “Dio non parla Svedese” di e con Diego Frisina, (20 e 21 Gennaio 2024), “L’Arte della Resistenza” di Claudio Zappalà con Chiara Buzzone, Federica D’Amore, Totò Galati, Roberta Giordano, (17 e 18 Febbraio), “Dante tra le Fiamme e le Stelle” di e con Matthias Martelli e Lucia Sacerdoni al violoncello (9 e 10 Marzo), “La Città senza nome” di e con Lucas Joaquin Da Tos Villalba e Matteo Campagnol (13 ed il 14 Aprile) e per concludere, al Piccolo Teatro della Città, “Testimoni oltre il buio”, VOCE AI  DIRITTI UMANI, a cura di Francesca Vitale, tratto da Speak truth to Power di Kerry Kennedy (18 e 19 Maggio).

Inizio spettacoli ore 21.00 Domenica ore 18.00. Dopo ogni spettacolo si terrà un incontro con gli autori e attori.

Continua a leggere

CULTURA

Acireale: i Sahrawi accolti al Palazzo di Città dall’amministrazione per raccontare la loro storia

Dopo cinque anni l’Associazione Mi Casa Es Tu Casa di Acireale è tornata ad accogliere per i mesi di luglio e agosto il gruppo sahrawi. Quest’anno si tratta di sette bambini e due accompagnatori adulti. Il gruppo, proveniente dai campi profughi sahrawi siti nel deserto algerino, partecipa al Progetto “Bambini Sahrawi Ambasciatori di Pace”, in collaborazione con il Ministero della Gioventù e dello Sport della Repubblica Araba Sahrawi Democratica.

Obiettivi del progetto sono diffondere la storia del popolo sahrawi, permettere al gruppo di effettuare tutte le visite mediche necessarie, far conoscere ai bambini la vita fuori dai campi, far passare loro due mesi in un clima consono alla loro crescita, promuovere attività di confronto fra culture e infine coinvolgere le istituzioni locali nella partecipazione alla causa sahrawi.

Stamattina al Palazzo di Città di Acireale si è svolto l’incontro istituzionale con il sindaco Roberto Barbagallo. Il primo cittadino ha ricevuto i bambini e gli accompagnatori El Khalil Moh-Lamin Moh Fadel e Lalla Okbaoui per ascoltare la loro testimonianza. Il gruppo sahrawi lo ha omaggiato con un abito tradizionale e si è mostrato molto contento dell’accoglienza e speranzoso di una futura collaborazione. 

Siamo molto felici che i bambini possano trascorrere dei momenti di svago qui ad Acireale e che possano usufruire di tutti i servizi necessari alla loro crescita. Ringraziamo l’Associazione Mi Casa Es Tu Casa, è importante per noi Amministrazione poter collaborare e dare il nostro supporto a questo progetto bellissimo,- ha detto il sindaco Roberto Barbagallo-. Continueremo la collaborazione con voi, speriamo di accogliere sempre più ragazzi, che potranno condividere le giornate estive con i ragazzi del nostro territorio. E’ importante per noi conoscere da vicino la loro storia per supportare la causa sahrawi ed è importante che i bambini possano vivere una realtà diversa e che possano poi trasferire le esperienze vissute qui, in futuro potranno essere gli amministratori capaci di far crescere il vostro Paese”.

Riteniamo fondamentali gli incontri istituzionali come quello di oggi con il sindaco di Acireale, perché uno degli obiettivi del progetto è quello di far conoscere la storia dei sahrawi alla popolazione ed alle istituzioni nella speranza che possano impegnarsi nel sostegno del popolo anche a livello politico. Abbiamo chiesto alle diverse istituzioni incontrate di redigere dei patti di amicizia con i comuni dei campi profughi e finora tutte si sono mostrate interessate. Aspettiamo di poter presentare tutto al consiglio comunale per ottenere l’approvazione”, ha spiegato Sara Scudero, presidente dell’Associazione Mi Casa Es Tu Casa di Acireale.

L’incontro istituzionale segue al pomeriggio di conoscenza e gioco condiviso dai piccoli sahrawi e dagli alunni di A casa di Momo nella Biblioteca dei Ragazzi alla Villa Belvedere. Il momento ludico ricreativo è stato organizzato dall’assessore alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione Valentina Pulvirenti, che ha accolto gli ospiti e i volontari dell’Associazione Mi casa es tu casa, dal 2018 impegnata nel progetto a supporto della causa sahrawi.

Continua a leggere

CULTURA

Colorati di speranza: una serata di fede e arte al Santuario della Madonna di Vena

La diocesi di Acireale ha vissuto una splendida serata con l’evento “Colorati di speranza”, la festa estiva organizzata dal Servizio per la pastorale giovanile diocesano guidato da don Orazio Sciacca. La manifestazione, tenutasi sabato 13 luglio, ha visto la partecipazione di oltre 200 giovani, pronti a chiudere l’anno pastorale in un’atmosfera di fede, arte e condivisione.

La serata è iniziata alle 19.30 con il cammino notturno dalla chiesa di Presa al Santuario di Vena, sull’Etna. I giovani, illuminati dalla luce della luna e dalla maestosità dell’Etna in eruzione, hanno percorso il tragitto con entusiasmo. “Camminare nella notte scura illuminandola della propria gioia”, queste le parole di don Orazio Sciacca che hanno ispirato i partecipanti lungo il percorso.

Il vescovo Mons. Antonino Raspanti e l’artista palermitano Igor Scalisi Palminteri hanno arricchito la serata con la loro presenza. 

La riflessione del vescovo Raspanti ha sottolineato l’importanza del rispetto e della vicinanza nelle relazioni umane e spirituali. “Abbracciarsi e toccarsi, come fece Gesù con il cieco, simboleggia un profondo legame e un cammino condiviso verso la conoscenza e la fede. Il processo del “dare la vista” rappresenta il lento ma significativo percorso di crescita interiore e di scoperta di sé, facilitato dalla guida di Dio”.

In questo contesto, l’invito del vescovo ai giovani è di “costruire la propria storia con Cristo, trovando in essa la propria identità e felicità”. Durante una sosta al santuario all’aperto di Vena, i partecipanti hanno ascoltato storie di testimonianza e hanno preso parte all’Adorazione Eucaristica, momenti che hanno rafforzato il senso di comunione e spiritualità del gruppo.

Palminteri, noto per i suoi murales urbani, ha condiviso con i giovani la sua esperienza di artista di strada e il significato del suo lavoro, profondamente radicato nel sociale e nella comunità: “Dipingo sui muri e racconto le storie toccanti della vita. Ogni pennellata è un riflesso di esperienze vissute di gioia e dolori. I muri diventano pagine di un diario aperto dove ogni spettatore può leggere e sentirsi parte di quelle storie. Dipingere e raccontare così significa dare voce a chi non ha voce”.

L’arrivo al Santuario della Madonna di Vena ha segnato l’inizio della parte festiva della serata. Alle 22.30, nella piazza antistante il Santuario, il laboratorio musicale e artistico che ha coinvolto i giovani in attività creative. Le mani dei partecipanti, guidate dall’esperienza di Palminteri, hanno trasformato la piazza in una vibrante tela, dando voce e colore alle storie della comunità. 

L’evento, che anticipa il tema del prossimo giubileo “pellegrini di speranza”, ha lasciato un segno profondo nei giovani partecipanti, evidenziando l’importanza del cammino e della speranza nella vita di ogni credente. Equipaggiati con cene al sacco, borracce, e abbigliamento comodo, i giovani hanno dimostrato che la fede può essere un faro luminoso anche nelle notti più buie. 

La serata si è conclusa con un sentimento di gratitudine e gioia condivisa, segnando un ponte verso il Giubileo e rafforzando la comunità nella sua missione di portare speranza e vicinanza.

Continua a leggere

CULTURA

Banksy sbarca a Catania

CATANIA – Banksy arriva alla GAM di Catania.

Dal 13 luglio la Galleria di Arte Moderna della città etnea, in via Castello Ursino 26, Catania, accoglierà la mostra dedicata al più famoso tra gli “street artist”, della scena mondiale.

Prodotta e organizzata da “MetaMorfosi Eventi”, in collaborazione con “Demetra Promotion, con il patrocinio del Comune di Catania, l’esposizione, curata dalla storica dell’arte, Sabina De Gregori, offrirà ai visitatori un vero e proprio viaggio tra le più iconiche immagini realizzate dall’artista inglese in ormai oltre due decenni di produzione.

Sabato 13 luglio 2024, alle ore 11, in occasione dell’inaugurazione, ingresso riservato esclusivo alla stampa

Immagini pungenti, ironiche e persuasive che hanno raccontato in maniera originale e inimitabile, temi fondamentali e attualissimi dei nostri tempi come il cambiamento climatico, le disuguaglianze sociali, i migranti, le guerre e i diritti dei popoli, trasformandoli spesso in messaggi politici e di denuncia sociale.

Oltre alla famosissima “Girl with balloon”, che tutto il mondo conosce e ama e che raffigura una ragazza con la mano tesa verso un palloncino rosso, a forma di cuore, portato via dal vento, in mostra si potrà ammirare anche il “Season’s Greetings”, un muro di grandi dimensioni dipinto da Banksy nel 2018, Port Talbot, in Galles.

L’opera sarà esposta al Centro Commerciale “Centro Sicilia”, (Tangenziale Ovest di Catania, Uscita S. Giorgio), con il patrocinio del Comune di Misterbianco e ritrae un ragazzino con le braccia spalancate e la lingua tesa fuori dalla bocca per assaporare i fiocchi di neve che cadono dal cielo. Fiocchi che però, girando l’angolo del muro, si scoprono essere cenere che si leva da un bidone dell’immondizia in fiamme.

Altri due muri originali, dipinti da Banksy e provenienti da collezioni private, saranno invece esposti in mostra, alla “GAM”, assieme alla selezione delle opere in esposizione.

Come “Season’s Greetings”, anche “Heart Boy” e “Robot/Computer”, hanno come protagonisti giovani adolescenti, rappresentanti di una nuova generazione che sembra essere particolarmente sensibile alle tematiche intorno alle quali gravitano gli interessi dell’artista inglese.

La mostra, presso il GAM, sarà visitabile dal 13 luglio, tutti i lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 10.00 alle  20.00, venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 21.00.

Prezzi biglietti:    Intero                  Euro 10,00

                           Ridotto               Euro   8,00

Bambini dai 6 ai 12 anni      Euro   5,00

Continua a leggere

Notizie più lette