Connect with us

CULTURA

“Sole, spine, un gatto e una chitarra”. Evento culturale di scrittura e lettura creativa, musica e cibo vegano. A Zafferana Etna il 18 settembre

Due libri “Da Milano alla Sicilia. Trasferirsi al mare tra sole e spine” di Fabio Santa Maria e “Il Gatto Figaro” di Grazia Calanna, un Lab di scrittura e lettura creativa, musica e cibo vegano.

Etna Shakti – Avamposto Vegano, fondato e diretto da Sebastiano Giuliano,presenta “Sole, spine, un gatto e una chitarra”, evento culturale articolato in due momenti di ascolto e partecipazione, il tutto impreziosito dalla presenza di Dario Matteo Gargano (linguista, musicista, scrittore, attore; in aprile girerà un cortometraggio teatrale su Shakespeare) alla chitarra elettrica.

Ilprimo momento vedrà la presentazione in anteprima nazionale del libro “Da Milano alla Sicilia. Trasferirsi al mare tra sole e spine”, pubblicato da GAEditori. L’evento culturale di svolgerà a Zafferana Etnea,domenica 18 settembre alle ore 17:30 e sarà animato dalla presenza di Fabio Santa Maria.  

“Sono nato a Milano nel 1964 – racconta Fabio Santa Maria –. Nel 1997 ho fondato il gruppo artistico Troglodita Tribe realizzando, con i miei testi sperimentali, un progetto di eco-editoria creativa citato anche nella “Guida per bibliofili affamati (viaggio nella micoreditoria italiana ad alto tasso di creatività)” di Barbara Sghiavetta e Maria Gioia Tavoni (Edizioni Pendagron 2014). Con Troglodita Tribe ho tenuto incontri e presentazioni sull’eco-editoria creativa e ho partecipato a fiere e festival dell’editoria indipendente, della microeditoria e del libro d’artista. Con lo pseudonimo Troglodita Tribe ho poi collaborato con piccole realtà editoriali (Stampa Natura Solidarietà, Positive Press Edizioni, Macro Edizioni, Altreconomia Edizioni) pubblicando brevi saggi e pamphlet su ecologia, consumo critico, economie alternative, micoreditoria. Con Armenia Edizioni ho partecipato alla stesura di diversi libri pubblicati con pseudonimi anglosassoni. Dopo diversi anni trascorsi spostandomi tra Milano, le Marche e la Sicilia, mi sono definitivamente trasferito con la mia compagna in una casuzza in provincia di Ragusa, tra sole, mare e spine. Qui ho prestato opera di volontariato presso una fondazione tedesca per la protezione dei pantani e degli uccelli migratori e anche presso il Centro del Riuso di Ragusa. Insieme alla mia compagna ho ideato il progetto Libri e Letture Vagabonde: riceviamo in dono libri usati da tutta Italia e li distribuiamo gratuitamente (in quei comuni che non hanno neppure una libreria) nei supermercati, nelle panetterie, presso le camere del lavoro, o anche sulla strada con banchetti improvvisati”.

Ultimi libri pubblicati da Fabio Santa Maria ricordiamo: Farsi un libro con gli scarti (Manuale di editoria casalinga) Troglodita Tribe Alteconomia Edizioni 2010; Chiudiamo i canili! Troglodita Tribe Ortica Edizioni 2021; Versetti ironici contro l’ansia Fabio Santa Maria Incipit23 Edizioni maggio 2022; Da Milano alla Sicilia (Trasferirsi al mare tra sole e spine) Fabio Santa Maria GAEditori, 2022; Raccontini punkettoni Troglodita Tribe Il Galeone Edizioni uscita prevista dicembre 2022.

*

Nello stesso pomeriggio, il secondo momento, pensato per i più piccoli ma adatto anche per gli adulti, come si avrà modo di scoprire partecipando, si terrà la presentazione-laboratorio del libro, edito da Algra, “Il Gatto Figaro” di Grazia Calanna, illustrato da Giovanna Marchese. Interverrà con un commento critico e per condurre l’intervista alla Calanna, la giornalista Lucia Russo.

“L’idea di questo libro – dichiara l’autrice Grazia Calanna -, il mio primo per bambini, è nata nell’ambito di un laboratorio di scrittura creativa che ho condotto, con la maestra Giovanna Marchese, sensibile e fantasiosa illustratrice della storia, per gli studenti dell’Istituto Comprensivo Statale “Giuseppe Fava” di Mascalucia. La storia, ambientata tra il Teatro Massimo Vicenzo Bellini di Catania e alcuni deliziosi siti del Parco dell’Etna, oltreché la musica, tira in ballo un pizzico di filosofia, scienza che notoriamente ricerca un ordine morale superiore, con l’auspicio di innescare nei più piccoli, con l’aiuto fondamentale dei più grandi, con i quali potranno condividere questa lettura, una riflessione utile alla crescita consapevole. Tutto ruota, o vorrebbe ruotare, intorno al fondamento della conoscenza: della nostra persona, dell’altro, del mondo che abitiamo e del ‘modo’ in cui lo abitiamo, dell’ascolto, della diversità come tesoro inestimabile, del rispetto rigoroso della vita in ogni sua espressione”.

Grazia Calanna, giornalista, dal 2001 collabora con il quotidiano “La Sicilia” per il quale cura la rubrica di poesia “Ridenti e Fuggitivi”. Dal 2007 dirige il periodico culturale “l’EstroVerso” (www.lestroverso.it). Ha collaborato con la rivista “ELLE”, realizzando li speciale di poesia contemporanea intitolato “Nel verso giusto”. Tra le pubblicazioni: “Crono Silente” (poesia, Prova d’Autore 2011); “William Shakespeare, Sonetti 1 – 48” con AA.VV. (traduzioni in italiano, Prova d’Autore 2013); “La neve altrove” di Giovanna Iorio (traduzioni in francese, FaraEditore 2017); “Poeti in Classe – 25 poesie per l’infanzia e non solo” con AA.VV. (poesia, italic pequod, 2017); “Zafferana Etnea. Suggestioni letterarie alle pendici dell’Etna”, in “Borghi di Sicilia” con AA.VV. (saggistica, Dario Flaccovio Editore, 2018); “cinque sensi per un albero”, a cura di grazia calanna, con AA.VV. (L’estroverso, 2020). Per le edizioni Algra, con Orazio Caruso, dirige la collana “Quadernetto di Poesia contemporanea”. È responsabile dell’Ufficio Stampa del MacS (Museo Arte Contemporanea Sicilia). Curatrice della Rassegna letteraria #TestiRiflessi nell’ambito del Festival TeatriRiflessi 2022. 

Giovanna Marchese, illustratrice, insegnante di scuola primaria presso il Circolo Didattico “Giuseppe Fava” di Mascalucia. Contralto dell’ex coro mascaluciese “Vincenzo Bellini”.

*


Al termine della presentazione si potrà partecipare al Buffet VeganoSi potranno gustare rilassandosi le prelibatezze vegane a cura di Sebastiano Giuliano di Etna Shakti. Sebastiano Giuliano, con lunghe esperienze in cucine vegane, è il fondatore di “Etna Shakti”, il primo “avamposto vegano” nato all’interno del Parco dell’Etna, a circa 600 metri s.l.m., nel territorio di Zafferana Etnea.

Continua a leggere
Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

CULTURA

Parchi in Sicilia, fondi del Pnrr per catalogazione e tutela. Scarpinato: “Musei a cielo aperto da proteggere”

Sono 151 i parchi e i giardini storici della Sicilia, pubblici e privati, che saranno inseriti nel Catalogo nazionale che il governo sta realizzando con i fondi del Pnrr, per accrescere la conoscenza scientifica di questo patrimonio naturale e promuovere azioni di valorizzazione e tutela. A questo scopo, la giunta regionale ha dato il via libera allo schema di accordo tra il ministero della Cultura e la Regione Siciliana per l’intervento di ricognizione e catalogazione digitale, finanziato con 45.300 euro di fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Missione 1 – Componente 3 – Misura 2 “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale”).

A occuparsene sarà l’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, attraverso l’omonimo dipartimento. «Attraverso questa iniziativa – dice l’assessore Francesco Paolo Scarpinato – interveniamo a tutela di un patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico di assoluta rilevanza. I parchi e i giardini pubblici sono veri e propri musei a cielo aperto e spesso ospitano “monumenti viventi” che, a causa dei più recenti cambiamenti climatici, sono caratterizzati da una strutturale fragilità che dobbiamo conoscere e studiare approfonditamente per poterla affrontare». L’intervento del Pnrr prevede la digitalizzazione degli elementi raccolti, con l’obiettivo di rafforzare le competenze specialistiche di gestione e manutenzione di parchi e giardini storici, a supporto delle amministrazioni locali. Il progetto dovrà essere concluso entro il 30 dicembre 2025.

Continua a leggere

CULTURA

Istruzione, revoche in vista per i “diplomifici”. Turano: “Alta percentuale di irregolarità”

«Sintonia totale, un convinto plauso e la soddisfazione per il fruttuoso impegno comune con il ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, che ha annunciato l’avvio dei procedimenti di revoca per 47 istituti paritari di secondo grado tra Lazio, Campania e Sicilia. Le attività ispettive – dice l’assessore regionale dell’Istruzione e della Formazione professionale, Mimmo Turano – hanno riguardato 70 scuole nelle tre regioni e hanno evidenziato profili di irregolarità. I diplomi – sottolinea l’esponente del governo Schifani – si guadagnano e si conquistano con l’impegno e la dedizione autentica, non si comprano». Sulla situazione siciliana, l’assessore specifica che «ciò che risulta agli atti è una percentuale molto alta di procedure di avvio delle revoche a causa di rilevanti o gravi criticità, in rapporto al numero delle ispezioni svolte». «Esprimo apprezzamento – aggiunge Turano – per l’operato del direttore dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia, Giuseppe Pierro, e soddisfazione per un’articolata iniziativa di contrasto che sarà presto, mi auguro, coronata dall’approvazione del disegno di legge governativo che fissa regole inflessibili sulla regolarità dei percorsi formativi nelle paritarie, atteso all’esame delle Camere. Ciò che stiamo facendo insieme con il governo nazionale – conclude – è anche a difesa del lavoro degli istituti paritari che seriamente, ogni giorno, formano i nostri ragazzi con trasparenza, correttezza e onestà, oltre che dei ragazzi stessi. Loro vanno aiutati a capire che studiare è un bene prezioso, non un ostacolo da superare con qualsiasi mezzo».

Continua a leggere

CULTURA

Acireale: il programma del secondo weekend del “Festival dell’Opera dei Pupi”

Arriva il secondo week end del Festival dell’Opera dei Pupi ad Acireale. Le lotte dei Paladini di Francia contro i Saraceni torneranno a emozionare tantissimi bambini e adulti grandi bambini e Acireale continuerà a ricordare il grande puparo Emanuele Macrì, nel cinquantesimo anniversario della sua scomparsa.

Oggi, venerdì 14 giugno, alle ore 18:30 e ore 20:30 al Cinema Margherita in via Cavour sarà proiettato il film “TURI E I PALADINI”, regia di A. D’Alessandro. Interverrà l’attore Gianni Sineri. Introdurrà Mario Patanè, esperto di cinematografia.

Tanti spettacoli sono in programma nel fine settimana nel Teatro dei Pupi e in piazza Alfio Grassi.

Domani, sabato 15 giugno, alle ore 18:00 nel Teatro Opera dei Pupi Emanuele Macrì di Via Alessi andrà in scena lo spettacolo a cura della Compagnia “I Paladini” di Scalia Orazio (Acireale).

Alle ore 20.30 in Piazza Alfio Grassi è in programma lo spettacolo a cura dell’Antica Compagnia Opera dei Pupi Famiglia Puglisi (Siracusa). Introdurrà il prof. Giovanni Vecchio.

Domenica 16 giugno alle ore 11:00 nel Teatro dell’ Opera dei Pupi Emauele Macrì di Via Alessi si terrà il primo spettacolo del giorno a cura della Compagnia “I Paladini” di Scalia Orazio (Acireale), che replicherà alle ore 18:00.

Alle ore 20:30 in Piazza Alfio Grassi si terrà lo spettacolo a cura dell’Associazione Arte Pupi Fratelli Napoli (Catania).

Torneranno anche le estemporanee e i laboratori con le botteghe artigiane di maestri pupari, pittori e scultori in via Alessi, l’esposizione di carretti siciliani, a far da cornice agli spettacoli in piazza e la Mostra fotografica “Emanuele Macrì. L’uomo, l’artista”.

Il Festival dell’Opera dei Pupi sarà anche l’occasione per visitare la “Mostra della Raccolta Teatro Pennisi – Macrì di Acireale, dei pupi e delle attrezzature di teatri siciliani”, ospitata nei locali annessi al Teatro, che nelle giornate del Festival resta aperta dalle 9:00 alle 22:00 con orario continuato.

Continua a leggere

Notizie più lette