Connect with us

ATTUALITÀ

Mascali, presentato esposto alla Procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti

I cinque consiglieri comunali del gruppo ‘Amore per Mascali’, capitanati da Giuseppe Cardillo, hanno presentato un esposto indirizzato alla Procura della Repubblica di Catania, al Prefetto, alla Procura generale della Corte dei Conti e al dirigente generale dell’assessorato regionale della Funzione Pubblica – Dipartimento delle Autonomie Locali, per denunciare il grave tentativo, posto in atto dal sindaco di Mascali Luigi Messina, di condizionare la libertà e la volontà del consiglio comunale. L’esposto è la conseguenza di una nota inviata dal primo cittadino, lo scorso 2 agosto, all’assessorato regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica – Dipartimento delle Autonomie Locali per chiedere un intervento sostitutivo del civico consesso, democraticamente eletto, “al fine di evitare che la collettività possa ricevere nocumento dall’atteggiamento irresponsabile e illegittimo perpetrato dal consiglio comunale”. Un atto ritenuto gravissimo e lesivo del decoro, dai consiglieri comunali Giuseppe Cardillo, Ilaria Barbarino, Agata Cardillo Melania Le Mura e Emanuele Nigrì. “Il sindaco tenta di giustificare la permanente situazione di illegittimità, generata dalla mancata approvazione dei Rendiconti Consolidati 2016, 2017, 2018, 2019 e del Rendiconto Consuntivo 2019 – spiega Giuseppe Cardillo – tentando di rovesciare e attribuire al consiglio comunale, insediatosi solamente nel novembre 2020, la responsabilità del mancato esame e approvazione dei detti documenti, scaduti da oltre tre anni. Si tratta di un grave tentativo di minare la serenità e la libertà del civico consesso”. Il sindaco, denunciano ancora i consiglieri comunali, starebbe tentando di rappresentare all’assessorato regionale delle Autonomie Locali una realtà inesistente, con l’obiettivo di indurlo nell’errore di attivare eventuali procedure, che ad oggi dovrebbero essere state intraprese nei confronti dell’amministrazione comunale stessa e del commissario regionale sostitutivo del consiglio comunale. “Il sindaco muove dalla considerazione che la cronica carenza di personale – spiega ancora il consigliere Giuseppe Cardillo, dottore commercialista ed esperto in materie economiche di enti locali – abbia causato l’impossibilità di procedere entro i termini normativi prestabiliti all’approvazione di ben cinque documenti contabili. Per fronteggiare tale situazione, l’amministrazione ha provveduto alla nomina del responsabile Area Affari Generali, del responsabile dell’Area Economico Finanziaria e infine del responsabile del Servizio Ecologia, ritenendo che senza tali nomine ci sarebbe stata la completa paralisi amministrativa dell’Ente. Nomine compiute, tra l’altro, in violazione delle norme che dispongono che gli enti locali che non rispettano i termini per l’approvazione dei Rendiconti Consolidati non possano procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo e con qualsivoglia tipologia contrattuale. Quanto sostenuto dal sindaco – prosegue il capo gruppo – è platealmente infondato e confutato dagli atti amministrativi e dagli stessi fatti. Basta evidenziare che Rendiconto Consolidato 2016 doveva essere approvato entro il 30 aprile 2018; il Rendiconto Consolidato 2017 entro il 30 settembre 2018; il Rendiconto Consolidato 2018 entro il 30 settembre 2019;

il Rendiconto Consolidato 2019 entro il 30 settembre 2020. Quindi non è stata la cronica carenza di personale a causare le perduranti violazioni di legge, ma un andazzo che, grazie anche al mancato controllo del consiglio comunale sciolto per la questione del Conto Consuntivo 2016, è andato avanti con la corresponsabilità grave del Commissario Regionale”. I consiglieri comunali hanno chiesto, infine, un’audizione personale alla Procura Regionale della Corte dei Conti, con riserva di produrre ulteriori memorie e documenti

ATTUALITÀ

Economia, la soddisfazione del presidente Schifani: ”Migliorano ancora i conti della Regione”

«Anche l’Agenzia internazionale di rating “Standard & Poor’s”, in linea con i giudizi già espressi nei mesi scorsi da “Moody’s” e “Fitch”, ha innalzato il rating della Regione Siciliana, elevando il livello di merito del credito da “Bbb-” a livello “Bbb”, con outlook stabile». Lo annuncia soddisfatto il presidente della Regione, Renato Schifani, che aggiunge: «Sono stati apprezzati positivamente i risultati conseguiti in virtù degli accordi sottoscritti con il Governo nazionale che hanno permesso di incrementare i trasferimenti statali».

Nel contempo, il report evidenzia «i significativi obiettivi raggiunti nella realizzazione degli obiettivi di riduzione e riqualificazione della spesa corrente del bilancio regionale». L’Agenzia di rating ha inoltre verificato i notevoli miglioramenti delle entrate di bilancio dell’anno 2023, che hanno consentito di accelerare la ricapitalizzazione del Fondo Pensioni Sicilia, nonché il consistente incremento dei Fondi rischi, a tutela degli equilibri del bilancio regionale. «Standard & Poor’s – prosegue Schifani – ha inoltre giudicato favorevolmente la costante diminuzione del debito pubblico, in totale assenza di interessi moratori, e il puntuale adempimento dei pagamenti delle rate di ammortamento dei mutui in corso, oltre al recupero miliardario del disavanzo regionale».

Per il presidente della Regione a contribuire al giudizio di upgrade, inoltre, è stata «la forte liquidità delle disponibilità di cassa, frutto dell’incremento degli introiti fiscali e sintomatica di una rinnovata solidità finanziaria, nonché le iniziative di incremento della spesa per investimenti che il governo regionale sta realizzando in un’ottica di stimolo alla crescita economica del territorio».

Continua a leggere

ATTUALITÀ

Taormina: una festa speciale per Kevin Spacey, protagonista della serata di gala del Nations Award

Arrivato ieri sera, a Taormina, l’attore Kevin Spacey. Quest’ultimo sarà protagonista della serata di Gala del “Nations Award” in programma domenica, alle 21:30, nello splendido scenario del Teatro Antico.

Intanto nella suggestiva terrazza panoramica dell’hotel Excelsior è stata dedicata, al mai dimenticato protagonista di “American Beauty”, una scintillante festa, impreziosita dalle pietanze di rinomati chef, nell’area della piscina che si affaccia sullo spettacolare mare della baia di Villagonia, stracolmo degli illuminati yacht dei miliardari provenienti da tutto il globo.

Spacey al tavolo si è trovato in compagnia della splendida attrice Madalina Ghenea e di tanti altri volti noti che saranno protagonisti della kermesse diretta e promossa da Michel Curatolo. Nella serata sono stare notate anche le figure delle attrici Noemi Brando e Tea Falco.

L’attore di fama internazionale, che è stato assalito dalle richieste di selfie, infine, è stato accolto anche dal sindaco di Taormina, Cateno De Luca, presente a questo momento glamour dell’estate taorminese.

Continua a leggere

ATTUALITÀ

Strage di via D’Amelio: 32 anni dopo la consueta fiaccolata per ricordare e chiedere a gran voce giustizia

Anche quest’anno, in occasione del 32esimo anniversario della strage di via D’Amelio, a Palermo, si svolgerà la tradizionale fiaccolata, giunta alla sua 28esima edizione, in memoria di Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, tutte vittime del sistema mafioso.

La fiaccolata non sarà però soltanto un’occasione per ricordare Borsellino e i suoi angeli custodi, quest’anno infatti, la manifestazione sarà ancora una volta incentrata sulla pretesa della verità. Soprattutto oggi a pochi mesi dalla richiesta di condanna, da parte della Procura di Caltanissetta, di tre appartenenti alla Polizia accusati di aver depistato le indagini sulla strage di via D’Amelio. Per tale ragione, la manifestazione sarà aperta da uno striscione con una nota e premonitrice frase di Borsellino: “Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri”.

A promuovere l’iniziativa, le sigle “Forum XIX Luglio” – cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti e istituzioni – e “Comunità ‘92”, coordinamento che unisce diverse generazioni di giovani.

Continua a leggere

Notizie più lette