Connect with us

ATTUALITÀ

Giro di Sicilia 2021: tappa finale a Mascali. Un’occasione unica per il territorio jonico-etneo (VIDEO)

L’edizione 2021 del Giro di Sicilia prenderà il via martedì 28 settembre da Avola e si chiuderà venerdì 1 ottobre a Mascali.

Grande soddisfazione è stata espressa dagli amministratori dei comuni del territorio jonico-etneo, i quali godranno di una visibilità a livello internazionale di grande rilievo e importanza.

Gli addetti ai lavori del Giro saranno circa 1000 unità (tecnici, operatori, autisti, ecc…) e si prevede l’arrivo di numerosissimi turisti e appassionati che saranno presenti a Mascali e dintorni per seguire da vicino il Giro di Sicilia e la fasi finali dell’arrivo.

GRANDI PROTAGONISTI INTERNAZIONALI AL GIRO DI SICILIA

A guidare la vecchia guardia del ciclismo internazionale ci saranno Vincenzo Nibali, vincitore di quattro grandi giri (Giro d’Italia 2013, 2016; Tour de France 2014; Vuelta a España 2010) e tre Classiche Monumento (Il Lombardia 2015, 2017, Milano-Sanremo 2018), Chris Froome (Giro d’Italia 2018; Tour de France 2013, 2015, 2016, 2017; Vuelta a España 2011, 2017), Alejandro Valverde (Vuelta a España 2009, quattro Liège-Bastogne-Liège, cinque Freccia Vallone e campione del mondo su strada nel 2018), Romain Bardet, due volte sul podio del Tour de France (2016 e 2017) e vincitore della Maglia a Pois nel 2019 e Joe Dombrowski, vincitore di tappa all’ultimo Giro d’Italia.

LE TAPPE
Tappa 1: AVOLA – LICATA 179 KM
Tappa 2: SELINUNTE (CASTELVETRANO) – MONDELLO (PALERMO)  173 KM
Tappa 3: TERMINI IMERESE  – CARONIA  180 KM
Tappa 4: SANT’AGATA DI MILITELLO – MASCALI 180 KM

DESCRIZIONE DEI PERCORSI

Tappa n. 1 – AVOLA – LICATA
Percorso
Tappa ondulata per tre quarti con finale pianeggiante. Partenza dalla costa per un attraversamento dell’entroterra che presenta la scalata dell’unico GPM di giornata a Ragusa con il passaggio a Ibla. Segue una lunga parte a scendere su stradoni prevalentemente rettilinei fino a raggiungere il mare a Gela e proseguire verso l’arrivo.

Ultimi km
Gli ultimi 10 km percorrono seguono la costa con lievi ondulazioni fino alle porte di Licata dove si svolta a sinistra per poi attraversare l’abitato con alcune curve ad angolo retto fino all’ultima che immette nel rettilineo di arrivo in leggera salita.
Tappa n.2 – SELINUNTE – MONDELLO
Percorso
Tappa caratterizzata da una serie di ondulazioni “facili” nella prima parte. Si scala poi Portella della Ginestra con una serie di salite e discese di un certo impegno fino a raggiungere la costa dopo Partinico. Iniziano quindi gli ultimi 30 km dove si affronta il breve, ma intenso GPM di Carini e le successive parti di avvicinamento a Palermo lungo strade impegnative, in parte in discesa marcata, costellate di rotatorie.
Ultimi km
Finale di tappa con poche semicurve su fondo asfaltato senza ostacoli particolari da segnalare. Rettilineo finale largo 8 m in piano su asfalto.
Tappa n. 3 – TERMINI IMERESE – CARONIA
Percorso
Tappa che si snoda nell’interno della Sicilia con finale in salita. É una tappa mossa altimetricamente e caratterizzata da un ininterrotto susseguirsi di curve. Si percorrono strade con carreggiata di larghezza variabile e con fondo a volte usurato. Gli attraversamenti cittadini possono presentare tratti in pavé di varia foggia. Dopo Cerda si scala l’interminabile salita della Forcella di Barfuco attraverso “le Petralie” fino nei pressi di Geraci Siculo. Segue una lunghissima discesa che precede il GPM di Pollina (11 km al 6% circa) e poi il breve tratto costiero che porta alla salita finale.
Ultimi km
Ultimi 3 km in salita attorno al 6% con punte superiori lungo una strada che si snoda a tornanti verso il borgo Rettilineo finale di 300 m, largo 6 m in piano su asfalto.
Tappa n. 4 – SANT’AGATA DI MILITELLO – MASCALI
Percorso
Tappa di alta montagna con arrivo vicino al mare. Si inizia con un tratto costiero per poi scalare il Portella Mandrazzi che porta alle pendici dell’Etna. Si percorre un breve tratto pianeggiante fino a Linguaglossa e Piedimonte Etneo per scendere fino al mare a Riposto. Si passa una prima volta sulla linea di arrivo per scalare la salita di Sciarra di Scorciavacca (uno dei molti versanti dell’Etna) dalla quale si ritrova la discesa precedente a Piedimonte Etneo. Veloce picchiata a Fiumefreddo di Sicilia e arrivo a Mascali.
Ultimi km
Ultimi km praticamente orizzontali all’interno dell’abitato di Mascali con una ampia svolta a U su due curve distanti fra loro che porta al rettilineo finale in leggera ascesa.

ATTUALITÀ

Economia, la soddisfazione del presidente Schifani: ”Migliorano ancora i conti della Regione”

«Anche l’Agenzia internazionale di rating “Standard & Poor’s”, in linea con i giudizi già espressi nei mesi scorsi da “Moody’s” e “Fitch”, ha innalzato il rating della Regione Siciliana, elevando il livello di merito del credito da “Bbb-” a livello “Bbb”, con outlook stabile». Lo annuncia soddisfatto il presidente della Regione, Renato Schifani, che aggiunge: «Sono stati apprezzati positivamente i risultati conseguiti in virtù degli accordi sottoscritti con il Governo nazionale che hanno permesso di incrementare i trasferimenti statali».

Nel contempo, il report evidenzia «i significativi obiettivi raggiunti nella realizzazione degli obiettivi di riduzione e riqualificazione della spesa corrente del bilancio regionale». L’Agenzia di rating ha inoltre verificato i notevoli miglioramenti delle entrate di bilancio dell’anno 2023, che hanno consentito di accelerare la ricapitalizzazione del Fondo Pensioni Sicilia, nonché il consistente incremento dei Fondi rischi, a tutela degli equilibri del bilancio regionale. «Standard & Poor’s – prosegue Schifani – ha inoltre giudicato favorevolmente la costante diminuzione del debito pubblico, in totale assenza di interessi moratori, e il puntuale adempimento dei pagamenti delle rate di ammortamento dei mutui in corso, oltre al recupero miliardario del disavanzo regionale».

Per il presidente della Regione a contribuire al giudizio di upgrade, inoltre, è stata «la forte liquidità delle disponibilità di cassa, frutto dell’incremento degli introiti fiscali e sintomatica di una rinnovata solidità finanziaria, nonché le iniziative di incremento della spesa per investimenti che il governo regionale sta realizzando in un’ottica di stimolo alla crescita economica del territorio».

Continua a leggere

ATTUALITÀ

Taormina: una festa speciale per Kevin Spacey, protagonista della serata di gala del Nations Award

Arrivato ieri sera, a Taormina, l’attore Kevin Spacey. Quest’ultimo sarà protagonista della serata di Gala del “Nations Award” in programma domenica, alle 21:30, nello splendido scenario del Teatro Antico.

Intanto nella suggestiva terrazza panoramica dell’hotel Excelsior è stata dedicata, al mai dimenticato protagonista di “American Beauty”, una scintillante festa, impreziosita dalle pietanze di rinomati chef, nell’area della piscina che si affaccia sullo spettacolare mare della baia di Villagonia, stracolmo degli illuminati yacht dei miliardari provenienti da tutto il globo.

Spacey al tavolo si è trovato in compagnia della splendida attrice Madalina Ghenea e di tanti altri volti noti che saranno protagonisti della kermesse diretta e promossa da Michel Curatolo. Nella serata sono stare notate anche le figure delle attrici Noemi Brando e Tea Falco.

L’attore di fama internazionale, che è stato assalito dalle richieste di selfie, infine, è stato accolto anche dal sindaco di Taormina, Cateno De Luca, presente a questo momento glamour dell’estate taorminese.

Continua a leggere

ATTUALITÀ

Strage di via D’Amelio: 32 anni dopo la consueta fiaccolata per ricordare e chiedere a gran voce giustizia

Anche quest’anno, in occasione del 32esimo anniversario della strage di via D’Amelio, a Palermo, si svolgerà la tradizionale fiaccolata, giunta alla sua 28esima edizione, in memoria di Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, tutte vittime del sistema mafioso.

La fiaccolata non sarà però soltanto un’occasione per ricordare Borsellino e i suoi angeli custodi, quest’anno infatti, la manifestazione sarà ancora una volta incentrata sulla pretesa della verità. Soprattutto oggi a pochi mesi dalla richiesta di condanna, da parte della Procura di Caltanissetta, di tre appartenenti alla Polizia accusati di aver depistato le indagini sulla strage di via D’Amelio. Per tale ragione, la manifestazione sarà aperta da uno striscione con una nota e premonitrice frase di Borsellino: “Forse saranno mafiosi quelli che materialmente mi uccideranno, ma quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri”.

A promuovere l’iniziativa, le sigle “Forum XIX Luglio” – cartello che raggruppa trasversalmente associazioni, movimenti e istituzioni – e “Comunità ‘92”, coordinamento che unisce diverse generazioni di giovani.

Continua a leggere

Notizie più lette