Connect with us

SPETTACOLO

Taormina FilmFest: Presentate le principali linee programmatiche

TAORMINA – Tra gli ospiti eccellenti Harrison Ford con tutto il cast di Indiana Jones, Johnny Depp, il violinista Pinchas Zukerman e Eleonora Abbagnato

Spazio ai top influencer internazionali Bella Thorne, Khaby Lame, Nina Dobrev e Jacques Fernandez con una serata ad hoc di corti

Con un video che ripercorreva la storia del festival, si è aperta la presentazione alla stampa della nuova stagione del Taormina Arte & Musica Festival, una programmazione che, ancora prima della conferenza ufficiale in programma a Palermo il prossimo 6 giugno, ha già rivelato straordinari focus, quali la presenza dell’intero cast dell’ultimo “Indiana Jones”, targato Disney, tra gli eventi di punta del Taormina Film Fest, e Johnny Depp. Il Taormina Film Fest è in programma dal 23 giugno al 1° luglio.

Alla tavola rotonda, svoltasi il 9 maggio nella sala della Crociera del Ministero della Cultura del sottosegretario alla cultura Gian Marco Mazzi, del presidente della commissione cultura alla Camera Federico Mollicone, della nuova sovrintendente della Fondazione Taormina Arte Sicilia, architetto Ester Bonafede, del direttore artistico della Fondazione M.° Beatrice Venezi, del direttore esecutivo e co-direttore artistico del Taormina Film Fest Barrett Wissman. Un incontro mirato a rilanciare il festival attraverso quella che si considera una vera e propria “stagione del cambiamento”, che vedrà il ritorno alla gestione interna di tutta la programmazione, in collaborazione con Enti e Fondazioni nazionali ed internazionali come la Fondazione Luciano Pavarotti, l’Opèra-Théâtre de Metz, il più antico teatro d’opera di Francia ancora in attività e centro di produzione per l’opera, la danza e il teatro, oltre all’attuazione di co-produzioni con ARTEVEN, il Circuito teatrale regionale del Veneto oltre alla MUPA di Budapest, che permetteranno anche alle compagnie coinvolte in prime nazionali assolute di poter successivamente far circuitare progetti artistici inediti. Il tutto nell’ottica della massima collaborazione anche con gli enti siciliani con cui si sta sviluppando un percorso di rete positivo al fine di massimizzare la collaborazione tra le eccellenze del territorio, quali il Teatro Massimo Bellini di Catania.

Un calendario rivolto soprattutto alle nuove generazioni, con l’arrivo di influencer che proprio a Taormina presenteranno i propri corti, una serata di gala dei “nastri d’Argento e, nell’ambito dello spettacolo dal vivo – il programma “Arte & Musica” è in programma dal 2 luglio ad agosto inoltrato – un cartellone ricco di produzioni originali che si cercherà di veicolare in tour italiani e internazionali. Tra queste, “il Trittico” pucciniano e la “Turandot” con la regia di Giancarlo Del Monaco e numerose stelle della lirica, con i cantanti  Alberto Gazale, Marcelo Puente, Marco Berti, Massimo Cavalletti, Marcelo Alvarez e Annunziata Vestri. Un cartellone ricco di numerose star della danza, quali Eleonora Abbagnato in “Giulietta” e Jacopo Tissi in “Past Forward”, della musica classica come l’eccelso violinista Pinchas Zukerman e i Solisti Aquilani, in programma con “Le 4 stagioni” di Vivialdi e un reading – voce recitante di Giorgio Pasotti – dedicato a Gabriele D’Annunzio in occasione di 150esimo anniversario dalla nascita. Tra gli spettacoli di prosa si segnalano “Aldilà del fiume e degli alberi, un testo di Hemingway con regia di Giancarlo Marinelli e “Francesco, il giullare che inventò il presepe”, regia di Leonardo Petrillo, con Luca Lazzareschi, ispirato a “Laudato sì”, per gli 800 anni di San Francesco d’Assisi.

Ad aprire la stagione, il 23 giugno sarà il gala “Pavarotti forever”, organizzato insieme alla Fondazione Pavarotti, che porterà sul palco colleghi e amici meravigliosi che rappresentano pagine prestigiose della storia della musica, scritte anche insieme a Big Luciano: tra gli ospiti Placido Domingo, Aida Garifullina e Vittorio Grigolo. Una serata speciale in cui verranno anche mostrati spezzoni inediti dei sui backstage.

“La storia di Taormina è un’avventura straordinaria con una grandezza incisa dai volti delle personalità del mondo della cultura e dello spettacolo che si sono succeduti – ha affermato l’on Mazzi – Un luogo di eccellenza che siamo tifosi di veder rilanciare grazie a due donne che hanno trasmesso una passione e forza incredibile, attuando una rivoluzione culturale.  Una squadra formata anche all’80% da donne che a mio avviso, in particolar modo quando si tratta di cultura, dimostrano di possedere una marcia in più”.

“La rivoluzione di cui parliamo – continua l’arch. Bonafede – vogliamo esprimerla nella sua accezione etimologica, come moto costante intorno ad un punto del raggio. E lo stesso termine “stagione” ci auspichiamo possa identificarsi con un’epoca di metamorfosi caratterizzata da un’immagine che segna un nuovo percorso. Quest’anno la fondazione è governata da un consiglio di amministrazione, un sovrintendente e un direttore artistico in completa sinergia, proiettati su un concetto di cura rispetto al momento di sonnolenza che hanno vissuto le scorse stagioni, cura del corpo delle arti. Confidiamo di poter anche restituire la fiducia accordataci dalla Regione Sicilia operando i fondi nell’interesse della collettività e con l’obbligo di adoperare con pazienza e giustizia le risorse che abbiamo ereditato, rendendo Taormina un modello di quello che si può fare attraverso la cultura, specialmente nei giovani che speriamo possano cogliere in noi spunti e speranze per il futuro”.

“Recuperare attraverso il nostro palcoscenico una dimensione di verità, proprio come Caravaggio ci ha insegnato attraverso i chiaroscuri, rappresenta il valore aggiunto della cultura – dichiara il M.° Venezi che ha sottolineato il dovere morale di un direttore artistico, ora come non mai, di assurgere ad un talent scout per cogliere nelle speciali doti delle nuove generazioni nuove possibilità di carriera: “Al fine di valorizzare i giovani e gli astri nascenti della lirica abbiamo stilato un accordo con la Fondazione Pavarotti nel reperimento di talenti per il “Trittico”, e abbiamo svolto delle audizioni volte all’individuazione di giovani promettenti della lirica da far debuttare sul nostro palcoscenico durante la stagione estiva. Personalmente mi auguro che questo primo esperimento possa risultare prodromico rispetto alla creazione di un’accademia lirica che possa diventare un punto di riferimento per la Sicilia e per tutto il Sud Italia. È attiva anche la collaborazione con molte università siciliane al fine di formare gli studenti a nuove professioni, non sufficientemente studiate, quale quelle concernenti la direzione artistica e la soprintendenza”.

Per Barrett Wissman, chiamato sei settimane fa a ricoprire il doppio ruolo di gestione e scelte artistiche del festival cinematografico, questo rappresenta il suo cinquantesimo festival nel corso di un anno: “sono particolarmente onorato di lavorare in un luogo che considero una piattaforma congeniale per operare cambiamenti significativi nella cultura. Primario obiettivo è quello di avere un pubblico nuovo, coinvolgendo i giovani, non solo studenti di cinema e arti: per farlo utilizzeremo i protagonisti del mondo dei social media chiamando a girare i propri video influencer affermati in una speciale serata di cortometraggi. Tra i nomi che abbiamo contattato ci saranno infatti Bella Thorne, Khaby Lame, Nina Dobrev e Jacqueline Fernandez, che contano decine di milioni di follower a testa”.

Continua a leggere
Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

SPETTACOLO

Acireale avrà la sua rassegna cinematografica: il regista Roberto Andò sarà il protagonista della prima edizione

La Città di Acireale avrà una sua rassegna cinematografica che si terrà annualmente nel periodo estivo e che vedrà protagonisti registi e attori di acclarata fama, critici cinematografici, giornalisti ed operatori del settore. L’istituzione della rassegna cinematografica quale evento qualificante dell’offerta turistico-culturale cittadina è stata deliberata nei giorni scorsi dalla Giunta comunale.

Si parte a luglio 2024 e il protagonista della prima edizione della Rassegna cinematografica acese sarà il grande regista Roberto Andò.

Per la prima edizione della rassegna, -Le Stranezze di Roberto Andò-, prevista dall’ 8 al 14 Luglio prossimi, ci avvarremo della consulenza dell’esperto cinematografico Mario Patanè, che possiede l’esperienza necessaria avendo già organizzato eventi similari di notevole successo. Oltre al grande regista, saranno presenti alcuni protagonisti dei film proiettati. Abbiamo scelto come location destinata ad ospitare l’evento la Villa Comunale che con il suo scenografico affaccio conosciuto come “il Belvedere” per lo spettacolare scenario che si apre sulla riserva della Timpa, a strapiombo sul mare, costituisce un’ arena cinematografica di grande suggestione, – annuncial’assessore alla Cultura Enzo Di Mauro-. Acireale è stata scelta e continua ad essere scelta come set cinematografico per le sue bellezze naturali e per le sue peculiarità architettoniche, adesso avrà anche un proprio evento dedicato al grande cinema”.

Nell’ambito di Acireale E20, abbiamo pensato di istituire una rassegna cinematografica che avrà una sua identità e sarà legata al nome della nostra Città. Si terrà annualmente a luglio con la presenza di registi e attori di riconosciuta fama, di critici cinematografici, giornalisti e operatori del settore. La rassegna cinematografica sarà un ulteriore evento qualificante dell’offerta turistico-culturale cittadina e un mezzo efficace di valorizzazione del territorio- sottolinea il sindaco Roberto Barbagallo. L’Amministrazione comunale, oltre ad occuparsi delle grandi e piccole opere importanti e necessarie per migliorare il territorio e la sua vivibilità, continua a puntare sullo sviluppo turistico, non solo con gli eventi ormai storicizzati, ma anche inserendone di nuovi importanti che possano elevare l’offerta culturale ed accrescere l’attrattività di Acireale, incrementando l’economia locale e il turismo”.

Continua a leggere

SPETTACOLO

Nivarata 2024: tutto pronto ad Acireale per il festival della granita siciliana in programma da domani


Tutto pronto, ormai. Ultimi dettagli e poi può avere inizio uno degli eventi più attesi dell’anno. Il Festival Nivarata, l’evento internazionale dedicato alla celebrazione della granita siciliana, si prepara a deliziare ancora una volta il pubblico con la sua nona edizione. 

Si parte domani, giovedì 23 maggio e si andrà avanti fino a domenica 26 maggio 2024. Giorni intensi attraverso cui Acireale diventerà il palcoscenico di un festival che è molto più di una semplice vetrina di prelibatezze: è un’immersione nella cultura, nella storia e nell’identità di un territorio che ha fatto della granita non solo un simbolo, ma un vero e proprio rito. Anche quest’anno, il festival si arricchisce della preziosissima collaborazione con Conpait, l’associazione di riferimento per i professionisti del settore pasticceria in Italia.

Conpait porta con sé non solo l’eccellenza e la maestria dei suoi associati, ma anche un impegno verso la valorizzazione del territorio e la promozione dell’alta formazione pasticcera.
Dopo la conferenza stampa dei giorni scorsi, con la presenza del sindaco Roberto Barbagallo, dell’assessore alle Attività Produttive Laura Toscano, del consigliere comunale Enzo Di Mauro e del delegato regionale Conpait Sicilia Giuseppe Leotta, cresce l’attesa delle ultime ore.

Il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore alle Attività Produttive Laura Tosano invitano tutti a partecipare: “Vi aspettiamo dal 23 al 26 Maggio alla Nivarata in Piazza Duomo per gustare le deliziose varianti di granita preparate dalla maestria di grandi maestri pasticceri di provenienza internazionale presenti all’evento. Dai cooking show che mostreranno la tecnica di raffreddamento utilizzata dagli antichi nivaroli, ai concorsi valutati da una giuria d’eccezione, alle aree interattive per i più piccoli e i concerti la sera sul grande palco con il Sicily International Folk Festival, Radio Juke box, i Sicula Retrò e l’Orchestra Luna Rossa. L’evento offrirà, insomma, attrazioni per tutte le fasce d’età con grande protagonista la granita. Ci sarà anche un importante momento dedicato alla solidarietà: giorno 23, infatti, il ricavato della vendita delle granite sarà devoluto all’associazione Angelica La forza del sorriso. Ringraziamo l’acesePeppe Leottapresidente regionale dell’associazione Conpait, per l’ instancabile lavoro organizzativo e per il coinvolgimento all’iniziativa di maestri gelatieri provenienti da diverse parti del mondo. Ringraziamo le forze dell’ordine per il loro indispensabile lavoro e chi collabora alla realizzazione dell’evento”.


Nivarata 2024 promette di essere un evento indimenticabile, dove i visitatori potranno assaporare le infinite varianti di granita, preparate seguendo le antiche ricette e utilizzando ingredienti freschi e di stagione.


“Il festival sarà anche un’occasione per assistere a dimostrazioni dal vivo, partecipare a workshop e degustazioni guidate, e scoprire i segreti di questo dolce che ha conquistato palati in tutto il mondo. Conpait, con la sua presenza, garantirà un livello di eccellenza e professionalità che si rifletterà in ogni aspetto dell’evento. Dai corsi di alta formazione alla partecipazione a concorsi di pasticceria, l’associazione si impegna a trasmettere la passione e la dedizione che caratterizzano i migliori pasticceri italiani”, fanno sapere i pasticceri d’Italia guidati dal presidente Angelo Musolino.

Continua a leggere

SPETTACOLO

Acireale omaggia Franco Battiato: domenica la “Messa Arcaica e le Canzoni Mistiche” nella Basilica di San Sebastiano

Una composizione sacra simbolo dell’intenso viaggio spirituale che ha accompagnato il percorso artistico del Maestro, testimonianza dell’incessante ricerca intima e musicale.
Il pianista acese Angelo Privitera, che per trentasei anni ha condiviso il percorso umano e artistico di Franco Battiato, sarà protagonista della serata insieme con Fabio Cinti, il Nuovo Quartetto Italiano e l’Orchestra e il Coro del Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania.
Ad Acireale, dove Franco Battiato è cresciuto e ha studiato, si riprende il filo da dove lui lo ha lasciato. La Messa Arcaica fu l’ultimo concerto di Franco Battiato nel settembre 2017, al Teatro antico di Catania.

A pochi giorni dall’evento al Duomo di Milano, la Messa Arcaica di Franco Battiato con “Kyrie”, “Gloria”, “Credo”, “Sanctus” e “Agnus Dei” risuonerà nella Basilica di San Sebastiano ad Acireale per ricordare il Maestro con la sua musica più profonda, intensa e spirituale .
Ad Acireale l’ingresso al concerto, organizzato dall’Amministrazione comunale, con in testa il sindaco Roberto Barbagallo e l’assessore alla Cultura Enzo Di Mauro, è gratuito.

Considerato che i posti in Basilica non sono sufficienti a soddisfare le migliaia di richieste di prenotazione pervenute, l’Amministrazione ha disposto l’installazione di un maxi schermo nella piazza antistante per consentire la visione dello spettacolo e suggerisce ai prenotati la massima puntualità.

Nel corso della serata, oltre alla Messa Arcaica, saranno eseguite anche dodici canzoni mistiche, da “L’ombra della luce”, “Oceano di silenzio” a “Ti vengo a cercare”, brani che hanno segnato il punto più alto della sua carriera.

Il concerto evento sarà anche occasione per raccogliere i fondi per acquistare una nuova ambulanza per la misericordia, l’iniziativa è promossa da don Orazio Barbarino.

Continua a leggere

Notizie più lette