CATANIA – Un grosso problema alla mobilità e alla vivibilità del territorio di “Borgo-Sanzio”.

Questo è quello che rappresenta oggi la zona compresa tra via Beccaria, via Ala e piazza Lanza. Strade, incroci e spazi pedonali con il presidente del III municipio, Dottor Paolo Ferrara, che chiede all’amministrazione comunale interventi mirati per migliorare questa parte di Catania.

“Si tratta di una zona fortemente trafficata con presenza della Casa Circondariale, del Comando dei Vigili del Fuoco, di scuole, chiese, decine di attività commerciali e centinaia di abitazioni. Un traffico quotidiano che diventerà ancor più caotico già nei primi giorni di settembre. Per questo servono ora i lavori di miglioria. I cordoli in via Beccaria sono un primo passo a cui devono seguire altri interventi”.

In cima alla liste delle opere da eseguire il presidente Ferrara mette la riqualificazione di piazza Lanza.

“Si tratta di uno spazio pedonale che dev’essere restituito alla gente. Oggi questa piazza è solo un immenso parcheggio dove non c’è nemmeno lo spazio per farsi una passeggiata. Anche sedersi sulle panchine è praticamente impossibile visto che molte sono state gravemente danneggiate dalle auto. In passato si era parlato di proteggere l’area con paletti dissuasori ma non credo che oggi questa soluzione sia percorribile.

Piuttosto sarebbe più opportuno recuperare quei piani di lavoro che vedevano all’interno di piazza Lanza la realizzazione di un parcheggio sotterraneo. Un’opera dall’importanza strategica per tutto il territorio che avrebbe positive ripercussioni, in termini di vivibilità e mobilità, anche nelle vicine via Ala e via Beccaria