Connect with us

POLITICA

Siccità in Sicilia, insediata la cabina di regia regionale. Schifani: “Ho chiesto soluzioni rapide e concrete”

Si è insediata oggi pomeriggio a Palazzo d’Orleans la cabina di regia per l’emergenza idrica, istituita dalla giunta regionale su iniziativa del presidente della Regione Renato Schifani. La struttura è guidata dallo stesso governatore e coordinata dal capo della Protezione civile siciliana, Salvo Cocina. Erano presenti anche gli assessori all’Agricoltura, Luca Sammartino, e all’Energia, Roberto Di Mauro.

“È una struttura operativa e snella – ha detto il presidente Schifani  – che dovrà individuare e coordinare interventi rapidi e concreti contro l’emergenza siccità: un organismo che unisce le competenze accademiche e scientifiche che servono per individuare ogni possibile soluzione e quelle tecniche per attuarle nel modo più efficace e veloce possibile. Monitoriamo costantemente la situazione, nella consapevolezza che il perdurare della mancanza di precipitazioni richieda risposte urgenti. Abbiamo già avviato una proficua interlocuzione con la Protezione civile nazionale che ci ha indicato gli interventi finanziabili per far fronte al contesto emergenziale estivo. Si partirà dalla rigenerazione dei pozzi esistenti a cura della Protezione civile e si proseguirà percorrendo tutte le strade possibili. Nell’ottica della massima collaborazione istituzionale tra Regione e Stato, ieri ho telefonato anche al ministro Musumeci e domani mattina è prevista una riunione tecnica in video collegamento con i nostri uffici”.

Della cabina di regia fanno parte anche il dirigente generale del dipartimento regionale Tecnico Duilio Alongi; l’avvocato generale della Regione Giovanni Bologna; Mario Cassarà del dipartimento regionale Acqua e rifiuti; Antonino Granata dell’Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia; Giorgio Domenico Micale, professore ordinario di Teorie dello sviluppo dei processi chimici del dipartimento di Ingegneria dell’università di Palermo; Mario Rosario Mazzola, già professore ordinario di Costruzioni idrauliche presso l’università di Palermo, attualmente presidente della fondazione Utilitatis e componente del Consiglio superiore dei lavori pubblici; Enrico Foti, ordinario di Idraulica dell’università di Catania; Salvatore Barbagallo, professore ordinario di Idraulica agraria dell’università di Catania; Salvatore Sammartano, capo di gabinetto del presidente della Regione. Già da domani, la task force inizierà a valutare le possibili soluzioni. La prossima riunione si terrà lunedì 15 aprile per le prime determinazioni. 

POLITICA

Ambiente: firmato a Palazzo d’Orléans accordo di collaborazione per la tutela della biodiversità in Sicilia

Condividere competenze e conoscenze per tutelare la biodiversità siciliana e sviluppare una rete di ricerca all’avanguardia che possa orientare le pratiche e le politiche istituzionali nel campo della sostenibilità ambientale. Con questi obiettivi è stato firmato oggi, a Palazzo d’Orléans, un accordo di collaborazione con il National biodiversity future center (Nbfc), uno dei cinque centri nazionali dedicati alla ricerca di frontiera, finanziato dal Pnrr e coordinato dal Cnr con lo scopo di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030 delle Nazioni unite. A sottoscrivere l’intesa il presidente della Regione Siciliana, l’assessore regionale all’Ambiente, il direttore generale dell’Arpa Sicilia, il rettore dell’Università di Palermo e il presidente di Nbfc.

Il Nfbc grazie al patrocinio della presidenza della Regione Siciliana, allestirà a Palermo, e precisamente all’interno dell’ex complesso Roosevelt all’Addaura, il suo “Biodiversity science gateway”, una piattaforma fisica e digitale che metterà a disposizione di cittadini, aziende ed enti pubblici dati, risultati e pubblicazioni per acquisire maggiore consapevolezza sull’argomento e per fornire supporto nella progettazione di collaborazioni scientifiche e tecnologiche internazionali nel segno della sostenibilità ambientale. La struttura, che ospita la sede l’Arpa Sicilia, è stata riqualificata dalla Regione con l’obiettivo di farne un polo scientifico d’eccellenza. La Sicilia sarà dunque il centro di un network internazionale dedicato all’ambiente e ai processi di sviluppo sostenibile grazie anche alle competenze e alle expertise dell’Università degli studi di Palermo impegnata nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico. 

Palazzo d’Orléans garantirà il coordinamento di tutti gli enti e assessorati regionali coinvolti che dovranno condividere banche dati, competenze, know-how e risorse umane, collaborare nella progettazione di nuove ricerche, nelle attività di formazione e orientamento sui temi dell’innovazione, nel supporto ad altri enti, start up e spin off e a tutte quelle imprese legate alle tematiche ambientali oltre che nella divulgazione delle conoscenze scientifiche dedicata ai vari settori della società, comprese le scuole, per accrescere la cultura del valore delle risorse naturali e promuovere cambiamenti nei comportamenti collettivi.

Continua a leggere

POLITICA

Pozzillo: la Fonte Artistica ripulita dai graffiti selvaggi grazie alla generosità di una ditta esterna

La fonte artistica sul mare di Pozzillo tornerà al suo splendore. La fontana simbolo della frazione marinara, nota anche al grande pubblico per aver fatto da sfondo al film  “La prima notte del dottor Danieli”, negli anni è stata oggetto di ripetuti atti vandalici da parte di graffitari che l’hanno selvaggiamente imbrattata.

Il sindaco Roberto Barbagallo e il presidente del consiglio comunale Michele Greco hanno accolto con gioia il gesto di sensibilità e generosità della ditta “Restauro D’arte Monumentale”, con lunga esperienza nel settore del restauro e della riqualificazione di spazi esterni, che si è offerta di ripristinare gratuitamente le condizioni di decoro e pulizia della fonte.

I restauratori sono all’opera per rimuovere gli antiestetici tag e murales presenti nei muri della fonte.

Ringraziamo la ditta di comprovata esperienza nel settore per il gesto di grande sensibilità e generosità, a beneficio della città e dell’intera comunità. E’ un atto di cittadinanza attiva che rincuora e stimola tutti noi ad apprezzare e a prenderci cura delle nostre bellezze. La fonte di Pozzillo ha un grande valore storico e affettivo per Acireale e per tanti acesi. Questo luogo è uno dei più suggestivi del nostro litorale e rivederlo pulito sarà una gioia per tanti, -dichiarano congiuntamente il sindaco e il presidente del consiglio comunale-. La speranza di tutti è ovviamente che i muri della fontana possano restare puliti a lungo. Ricordiamo che imbrattare i luoghi pubblici con le bombolette spray non è una forme d’arte. E’ un atto vandalico, è un reato. Tag e disegni sui muri hanno un alto impatto visivo sgradevole e sono costosi da rimuovere, chi pensa di essere in diritto di esprimere così una qualsiasi forma d’arte deve invece considerare che crea un grosso danno ai nostri luoghi e alla comunità ”.

L’assessore ai Lavori Pubblici e al Decoro Urbano Salvo Licciardello annuncia che a breve l’area sarà interessata da un intervento di riqualificazione: “Sarà installata una videocamera di sorveglianza per scoraggiare eventuali ulteriori raid vandalici. Inoltre è imminente anche il ripristino della fonte d’acqua e dell’impianto d’illuminazione”.

Continua a leggere

POLITICA

Acireale: ripristinato l’impianto d’illuminazione nella parte alta di Corso Savoia

E’ stato ripristinato l’impianto d’illuminazione nella parte alta di corso Savoia. Dopo anni di buio, torna la luce in una zona importante della città, che oltre ad essere via di collegamento al centro urbano, è zona residenziale e conta tante abitazioni e attività.

“Purtroppo per qualche anno la zona alta di corso Savoia è rimasta al buio. La ditta aggiudicataria dei lavori ha finalmente proceduto alla sostituzione e al ripristino dell’impianto e dei corpi illuminanti. La richiesta era partita dai residenti già diversi anni fa con la passata amministrazione, ma purtroppo la trafila burocratica della gara ha allungato i tempi d’intervento previsti, comportando parecchi disagi ai nostri concittadini. Finalmente oggi possiamo ridare luce, decoro e soprattutto sicurezza ai residenti e a chi quotidianamente transita da quella via. Obiettivo dell’Amministrazione resta quello di procedere al riammodernamento complessivo dell’illuminazione su tutto il territorio comunale”, annuncia il sindaco Roberto Barbagallo.

L’intervento di riammodernamento dell’illuminazione andrà avanti nei prossimi giorni in via Eugenio Montale e in via Loreto, fino al semaforo di viale Cristoforo Colombo.

“Finalmente è in dirittura d’arrivo il progetto di riammodernamento della pubblica illuminazione lungo la parte alta del corso Savoia, la via Montale e la via Loreto. Si tratta di un intervento di riqualificazione e riammodernamento degli impianti che prevede l’installazione di nuove lampade a LED a risparmio energetico. In attesa dell’avvio del project financing sono interventi di notevole importanza, che presto però dovranno riguardare tutta la città,- spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Salvo Licciardello-. Non vorremmo continuare con gli interventi a macchia di leopardo, l’auspicio dell’Amministrazione è avviare il project che ci consenta di riammodernare tutti gli impianti e quindi di avere più luce e più risparmio in tutto il territorio”.

Continua a leggere

Notizie più lette