PATERNÒ – A chiarimento di alcune notizie di stampa, si precisa che all’Ospedale di Paternò nessun operatore è caduto sul lavoro per Covid, così come negli altri Presidi dell’Asp di Catania.

La notizia diffusa, invece, è da riferirsi alla prematura scomparsa di un infermiere 61enne, vittima del Covid, in pensione da due anni, che aveva prestato servizio sia in Ospedale, sia al Distretto sanitario. La Direzione strategica ribadisce, a nome proprio e dei colleghi, il cordoglio alla famiglia per il grave lutto che li ha colpiti.

Nella grande pandemia mondiale, il Covid continua a colpire persone a noi vicine, ecco perché è indispensabile proteggere noi e i nostri cari rispettando tutte le regole per prevenire il contagio, in particolar modo: l’uso della mascherina, il frequente lavaggio delle mani e il distanziamento interpersonale, avendo cura soprattutto per le persone più fragili, gli anziani e i pazienti cronici.

Il personale dell’Ospedale paternese, inoltre, è costantemente monitorato e periodicamente sottoposto a test di controllo. La Direzione esprime gratitudine a tutti gli operatori che stanno garantendo i servizi in tutte le articolazioni aziendali, in particolare al personale in prima linea, in questa nuova fase dell’emergenza, che sta dimostrando professionalità, competenza, spirito di servizio e grande umanità.