TAORMINA – Nell’arte del bodypainting la tecnica del camouflage è la più complessa nell’esecuzione. Infatti bisogna ricreare nei dettagli tutto ciò che lo sfondo offre, tecnica ancor più articolata se lo sfondo ripropone un motivo ripetuto e non lascia margini di errore.

Il lavoro che le allieve dell’Accademia Menea della classe Mua -seguite dal docente maestro Simone Stella, campione italiano di body painting- hanno realizzato per Taomoda 2020 è stato una vera prova di talento. Un quadro vivente, con la persona che diventa un tutt’uno con il contesto e dà anima all’opera. Cornice d’eccezione, il Teatro Antico di Taormina. Ogni edizione di Taomoda, per Menea è occasione di ispirazione, quest’anno il camouflage ha riscosso consensi di pubblico e di critica, segno di riconoscimento di un impegno fatto di passione e precisione.